Magneti plastici in Ferrite

Magneti plastici in Ferrite 2018-01-03T15:04:54+00:00

Le ferriti plastiche sono ottenute miscelando matrici plastiche e ossidi di ferrite.

Il processo produttivo è noto sin dalla fine degli anni 50. Rispetto alle ferriti ceramiche consente  l’ottenimento di una grande varietà di differenti geometrie, ottenibili mediante i processi di stampaggio a iniezione o compressione: il processo di finitura non è normalmente necessario. Il vantaggio è quindi di poter minimizzare i processi di assemblaggio dei componenti mediante  l’utilizzo diretto di parti finite (anelli o altri sistemi complessi), già magnetizzate nella  configurazione ottimale. Le parti possono essere stampate con elevata precisione riducendo quindi le tolleranze del dispositivo finito. La miniaturizzazione di un dispositivo che ne fa uso  può essere molto spinta, pur mantenendo elevate le prestazioni del materiale e l’accuratezza dimensionale sul pezzo finito. Il sovrastampaggio a cui si presta questa tipologia di magneti  consente poi di evitare ulteriori processi produttivi e di migliorare ulteriormente l’accuratezza dell’assemblaggio finale. La grande resistenza all’ossidazione e all’attacco chimico rende questa tipologia di magneti particolarmente adatti ad applicazioni dove sia frequente o  continuo il contatto con acqua o liquidi aggressivi. Il comportamento termico è molto buono,  resiste a temperature medio alte (120 °C) e non subisce una diminuzione della forza coercitiva al crescere delle temperatura, come avviene per altri materiali.