Ecologia Separare acqua e petrolio? Sì, grazie ai magneti!

Ecologia Separare acqua e petrolio? Sì, grazie ai magneti!

Il MIT (Massachusetts Institute of Technology) ha trovato un metodo veloce ed economico per separare l’acqua dal petrolio in caso di marea nera. Grazie all’uso delle nanoparticelle in futuro basterà usare dei magneti.
“Il petrolio catturato può essere riutilizzato”
Marea magnetica – marea nera nel Golfo del Messico dell’aprile 2010.
Le nanoparticelle – L’idea del MIT è quella di mescolare al petrolio delle nanoparticelle idrorepellenti a base di ferro, quindi facilmente attirabili da un comunissimo magnete. Le particelle si allontanano naturalmente dall’acqua e si legano al petrolio, rendendolo magnetico. A questo punto è facile separare olio e acqua e, soprattutto, “tenere pulito” il petrolio. Sembra assurdo, ma è così: con questo sistema il petrolio è facilmente riutilizzabile e, catturandolo con i magneti, lo si può rivendere coprendo i costi dell’operazione.
Ecco come funziona l’invenzione del MIT!

(Fonte: www.focus.it)