MPN (NdFeB)

Custom Subtitle

MPN (NdFeB) 2018-07-24T08:21:15+00:00

ll Neodimio Ferro Boro (NdFeB) è il magnete permanente con la massima densità di energia oggi disponibile: questo significa che può fornire le massime prestazioni possibili al dispositivo che ne faccia uso sia che questo richieda coppia meccanica, forza meccanica, intensità di campo magnetico o altro.

Si tratta di un composto intermetallico di terra rara (Neodimio) e metallo di transizione (Ferro). Lo sviluppo del NdFeB è iniziato nei primi anni 80, rivolgendosi inizialmente all’industria dei dispositivi per calcolatori (voice coil motor), per poi approdare in tutti i settori industriali: servomotori brushless, motori lineari, altoparlanti, sistemi con sensori magnetici, sistemi per sputtering (magnetron), macchine per risonanza magnetica, accoppiamenti magnetici rotanti o lineari. Viene prodotto per sinterizzazione ma, al contrario della ferrite ceramica, il processo di sinterizzazione viene realizzato in atmosfera inerte: il magnete può essere pressato isostaticamente a bagno d’olio oppure mediante stampi, fornendo un orientamento assiale o diametrale. Successivamente viene tagliato nelle dimensioni e forme richieste e con attrezzi diamantati. L’elevata densità di energia consente di ottenere sia un’elevata induzione residua (che significa elevate prestazioni), che un’elevata forza coercitiva (quindi una notevole resistenza alla smagnetizzazione). Il buon comportamento in temperatura gli consente di resistere fino a temperature superiori ai 200 °C. Viene protetto mediante diversi procedimenti elettrochimici (nichelatura, zincatura) o mediante resine o prodotti che lo rendano compatibile ad utilizzo in ambiente aggressivo o alimentare. I settori di utilizzo vanno dal mondo dell’automotive (trazione elettrica, ventilazione, movimentazione, sensori), appliance (motori, pompe, compressori), trasporti (motori per il settore ferroviario, levitazione  magnetica), militare e aerospaziale, macchine per automazione e il packaging (motori, sensori, guide magnetiche), elettromedicale, industria alimentare (accoppiamenti magnetici asettici),  motori, sensoristica, strumenti di misura (interruttori, indicatori di livello e di velocità), meccanica pesante  (sistemi di sollevamento, cuscinetti magnetici, levitazione magnetica).